Autonomia, Marin (Fi): non sarà neanche in prossimo Cdm

Pol/Tor

Roma, 4 ago. (askanews) - "L'autonomia è arrivata al capolinea. Nel senso che oramai è chiaro a tutti che con questo governo gialloverde non vedrà mai il via. La settimana scorsa sono saltate le audizioni di Tria e Bussetti nella commissione bicamerale e nel prossimo Consiglio dei Ministri l'autonomia non sarà all'ordine del giorno. Il governo barcolla nel buio su tutto e sull'autonomia non fa eccezione. I gialloverdi non sono in grado di trovare una soluzione condivisa". Lo dichiara il deputato di Forza Italia Marco Marin.

"Resta il fatto - aggiunge - che i leghisti di governo ci hanno raccontato per più di un anno che si stava arrivando al traguardo mentre invece con i grillini l'autonomia è arrivata a fine corsa. Di più: probabilmente non è mai partita dai blocchi di partenza. Il governo anche sull'autonomia oramai si sta coprendo di ridicolo. Dispiace doversi esprimere così, ma è un governo senza vergogna: incensano la democrazia referendaria, ma poi non rispettano i risultati inequivocabili di un referendum. Soprattutto mancano di rispetto ai milioni di Veneti e Lombardi che l'hanno votata e richiesta a gran voce. A questo punto la partita dell'autonomia per questo governo è chiusa. Sepolta. E la Lega si trova davanti a un bivio: o sceglie l'autonomia mandando a casa il governo o sceglie le poltrone ministeriali piegandosi allo statalismo del M5S".