Autonomia, Musumeci: Conte dica che piani ha per il Sud

Xpa

Palermo, 23 lug. (askanews) - "Da presidente di una regione autonoma da 70 anni, noi non abbiamo nessun pregiudizio sul regionalismo differenziato, ma riteniamo che per la sua portata questa vicenda debba comportare il coinvolgimento di tutte le regioni italiane. Fermo restando il dettato della Costituzione, l'art. 116 che nessuno vuole mettere in discussione, anche se alcuni costituzionalisti hanno sollevato dei dubbi. Io chiedo al presidente Conte, istituiamo un tavolo con un crono programma per non affrontare tempi indefiniti". Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci intervenendo alla trasmissione di La7 Omnibus stamani dedicata al tema del regionalismo differenziato.  

"Si è già perso tanto tempo e i colleghi di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna hanno diritto a risposte certe. Istituiamo un tavolo, fissiamo un crono-progamma, determiniamo con assoluta certezza i temi collegati al regionalismo differenziato. Perchè il fondo perequativo, la perequazione infrastrutturale e fiscale non possono essere messi in discussione. Se riusciamo a chiarire questi aspetti io sono convinto che si potrà andare avanti. Ma al Sud, il Governo Conte ci deve dire cosa vuole riservare", ha concluso Musumeci.