Autonomia, Musumeci: no aumento divario regioni ricche e povere

Xpa

Palermo, 23 lug. (askanews) - Il regionalismo differenziato "è un'innovazione sul piano costituzionale. Una esperienza senza precedenti. E come avviene in questi casi suscita perplessità, diffidenze e timori. E' comprensibile. Per questo noi regioni del Sud riteniamo che la vicenda del regionalismo differenziato non possa essere legata e circoscritta alle tre regioni che ne hanno fatto formale richiesta". Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci intervento alla trasmissione di La7 Omnibus stamani dedicato al tema del regionalismo differenziato.   "Perché abbiamo il dovere di chiederci quali saranno le ricadute sul meccanismo di trasferimento di risorse alle regioni - ha spiegato Musumeci -, quali le influenze sul passaggio di risorse dal centro alla periferia. Non c'è il pericolo che col regionalismo differenziato assieme a nuove deleghe oggi in capo allo Stato ci sia il pericolo che chi è oggi ricco diventi sempre più ricco, e chi è povero diventi sempre più povero?".