Autonomia, Musumeci: sanzioni per aumentare responsabilità

Xpa

Palermo, 23 lug. (askanews) - "Sono stato il primo a riconoscere che l'autonomia in Sicilia è stata concepita per molto tempo in una cornice di privilegio piuttosto che di responsabilità. Non c'è dubbio che nel Mezzogiorno d'Italia si sia avvertita l'assenza di una responsabilità, di una consapevolezza nella gestione delle risorse pubbliche ma soprattutto nella capacità di programmare. Abbiamo la necessità, l'esigenza di costruire una nuova Italia. E per farlo c'è bisogno di nuove regole. C'è bisogno di capire verso dove vogliamo andare. La responsabilità, il senso di responsabilità, se non è accompagnato da una sanzione è chiaro che rimane soltanto una vuota parola, un tema da tavola rotonda". Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, intervenendo stamani alla trasmissione Omnibus di La7.

"Per il Mezzogiorno d'Italia cominciamo a fissare un piano straordinario d'interventi, decennale e o ventennale, responsabilizziamo le classi dirigenti - ha detto Musumeci -. Per dire che se in 3-4 anni non impegni il 50% delle risorse finanziarie io te le tolgo e non te le do più. Ma al tempo stesso occorre il coraggio di affidare alle regioni meno progredite delle procedure che non possono essere quelle attuali stabilite dal codice degli appalti o dall'Unione europea".