Autonomia, Zaia: "Governo la vari subito o vada a casa"

webinfo@adnkronos.com

"Se il governo vuol firmare l'intesa sull'autonomia lo può fare anche oggi. Se, invece, non sarà in grado di votare l'autonomia può tranquillamente andarsene a casa". A lanciare 'l'ultimatum' è il governatore del Veneto Luca Zaia che, all'Adnkronos, ribadisce con forza che la riforma dell'autonomia deve essere approvata in tempi brevi dall'esecutivo, "se non altro per rispetto dei 2.328.494 veneti che il 22 dicembre del 2017 l'hanno votata". E che non c'è altra strada perché "la scelta dell'autonomia significa per questo Paese abbandonare il Medioevo nel quale sta sprofondando e puntare ad un nuovo Rinascimento". 

Il governatore del Veneto sottolinea quindi di "essere fermo all'ultima Conferenza Stato-Regioni, in cui c'è stato un formale impegno del governo a portare in tempi brevi la legge quadro in Consiglio dei ministri: legge per la quale le Regioni hanno peraltro chiesto un approfondimento sul fronte della norma finanziaria. Il ministro Boccia ha annunciato che l'intesa si potrà firmare a inizio dell'anno prossimo. A questo punto - avverte infine il presidente del Veneto - noi i compiti a casa li abbiamo fatti tutti, ora tocca al governo".