Autonomia, Zaia: le farse non ci piacciono

Fdm

Treviso , 19 lug. (askanews) - "Sono passati 636 giorni dal referendum, abbiamo fatto tutta l'attività propedeutica, svolta in tempi non sospetti, già un anno fa, non è possibile che il Governo si riunisca una volta alla settimana e ogni volta disfa quanto fatto la settimana prima, è una presa in giro". Così il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, durante un punto stampa a San Vendemmiano (TV), in merito agli sviluppi dell'iter dell'autonomia. "Le farse non ci piacciono - ha continuato Zaia-. Sfido il Governo a presentarci un progetto organico di quello che è per loro e per il presidente del Consiglio l'autonomia. Perché a tutt'oggi sento microdichiarazioni, pezzi di intesa, è una cosa in cui è difficile orientarci". Il presidente della Regione ha quindi continuato: "Vogliamo che sia valutato il progetto che abbiamo presentato al Governo, redatto da autorevoli costituzionalisti e accademici, ma anche esperti di fisco e tributi". Il Governo "ci dica questo sì, questo no e ci faccia una proposta. Per ora siamo solo al riscaldamento a bordo campo che non serve a nulla" ha concluso.