Autonomia, Zaia: a prescindere da Roma, prima o poi si farà

Fdm

Venezia, 20 ago. (askanews) - "Io non entro nelle beghe romane ma prendo atto che il progetto dell'autonomia è pronto e se oggi questo progetto non è approvato è per colpa dei 'grillini'". Così Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, durante un suo intervento a Radio Cortina. "Hanno rieditato la battaglia tra Nord e Sud, hanno parlato di secessione dei ricchi, hanno detto che è la fine del Sud. Dopo 14 mesi di governo, il vicepremier Di Maio ha dato vita ad una commissione per valutare il progetto di autonomia del Veneto ma se fosse stato così interessato al progetto la valutazione la doveva fare 14 mesi fa e non ora. E' una presa per i fondelli" ha continuato Zaia. "A prescindere da quello che accade a Roma, prima a poi l'autonomia si farà; si mettano il cuore in pace" ha evidenziato ancora. "Se non la faremo con questi signori, la faremo con qualcun altro. Ormai il processo è innescato e si andrà avanti anche perché noi continueremo a chiedere l'autonomia e siamo forti perché abbiamo il referendum, senza il quale saremmo liquidati in tre istanti. Il referendum è il rispetto nei confronti di 2 milioni e 328 mila veneti" ha concluso.