Autori Prima Prova 2022: il tototraccia per la Maturità

crediti
crediti

Alla vigilia della prima prova scritta dell’esame di maturità 2022, vediamo quali sono gli autori che potrebbero essere scelti per l’analisi del testo, quelli più amati dal Ministero e quelli che invece non sono mai usciti.

Gli autori per l’analisi del testo alla Maturità 2022: ricorrenze e anniversari

Tra le ricorrenze celebrate nel 2022 in campo letterario che potrebbero condizionare il Ministero dell’Istruzione nella scelta dell’autore del brano di cui si richiede l’analisi (tipologia A) vi sono:

  • i 100 anni dalla morte di Giovanni Verga: la prova potrebbe essere incentrata sulla rivoluzione stilistica rappresentata dal Verismo, sull’oggettività del linguaggio dell’autore o sul modo in cui costui affronta il tema della povertà e dell’esclusione sociale;

  • i 100 anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini;

  • i 700 anni dalla morte di Dante, celebrati nel 2021 in tempi pandemici quando la prima prova scritta non faceva parte dell’esame di maturità (gli addetti potrebbero quindi scegliere di celebrarlo quest’anno);

  • i 125 anni dalla nascita di Eugenio Montale, vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 1975;

  • i 110 anni dalla morte di Giovanni Pascoli, che potrebbe così tornare tra le tracce in cui manca dal 1999;

  • i 110 anni dalla nascita di Elsa Morante;

  • i 50 anni dalla morte di Dino Buzzati, scrittore e giornalista.

Prima Prova 2022: gli autori mai usciti

Nell’elenco precedente fanno parte diversi autori mai usciti nelle prove di maturità, primo tra tutti Pier Paolo Pasolini. Questi altri scrittori importanti per la storia letteraria italiana che mancano all’appello: Carlo Emilio Gadda, Ugo Foscolo, Tommaso Marinetti (in generale gli scrittori delle avanguardie non sono mai usciti), Dino Campana, Beppe Fenoglio, Vasco Pratolini, Alberto Moravia, Carlo Levi, Elio Vittorini e Grazia Deledda.

Tracce Prima Prova 2022: gli autori più amati dal Miur

Quanto invece agli autori più amati dal Ministero, che più volte sono stati oggetto della prima prova, spiccano sicuramente i nomi di:

  • Giuseppe Ungaretti, scelto per ben quattro volte dal 1999

  • Eugenio Montale, scelto per tre volte dal 1999 ad oggi

  • Dante Alighieri, uscito per due volte dal 1999 ad oggi (entrambe le volte con canti del Paradiso)

Gli autori usciti alla Maturità negli scorsi anni

Questi gli autori che il MIUR ha scelto per la prima prova della maturità negli ultimi dieci anni:

  • 2012: Eugenio Montale, Ammazzare il tempo

  • 2013: Claudio Magris, dalla Prefazione di L’infinito viaggiare

  • 2014: Salvatore Quasimodo, Ride la gazza, nera sugli aranci

  • 2015: Italo Calvino, Il sentiero dei nidi di ragno

  • 2016: Umberto Eco, Su alcune funzioni della letteratura

  • 2017: Giorgio Caproni, Versicoli quasi ecologici

  • 2018: Giorgio Bassani, Giardino dei Finzi-Contini

  • 2019: Leonardo Sciascia, Il giorno della civetta e Giuseppe Ungaretti, Risvegli

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli