Autostrade, M5S: Toti chiede danni ai cittadini anzich ad Aspi

Fos

Genova, 12 giu. (askanews) - "Stupisce che Toti non si renda conto che chiedere i danni al governo equivale a chiederli ai cittadini. Che colpe non ne hanno? Insomma: chi gestisce la rete? A noi risulta sia Autostrade per l'Italia. E tanto che ci siamo: che ne stato della dichiarazione con cui aveva promesso che la Regione Liguria si sarebbe costituita parte civile contro Autostrade per il crollo del ponte Morandi? Siamo alle solite: il governatore forte con i deboli e debole con i forti". Lo afferma in una nota il capogruppo del M5s in Regione Liguria, Fabio Tosi, commentando gli attacchi del governatore Giovanni Toti al Mit e al governo per le code e i disagi registrati in questi giorni sulle autostrade liguri.

"Il governatore - sottolinea Tosi - si decida: prima dichiara che intende chiedere un incontro urgente ad Autostrade per avere contezza dei recenti disagi patiti dai liguri sulla rete autostradale, poi, senza informare la cittadinanza sull'esito di tale incontro, se mai c' stato, si scaglia contro il governo, colpevole a suo dire di non dare le risposte attese, spingendosi a consigliare lo psichiatra a chi al Ministero".

"Se veramente questo incontro sbandierato ai quattro venti si tenuto - conclude il capogruppo regionale del M5s - allora qualcosa non torna. Il concessionario, in sede di confronto, si forse dimenticato di informare il presidente della Regione Liguria che erano in corso interventi che avrebbero generato ulteriori disagi? O invece Toti ha preferito tacere per usare poi quei disagi per alimentare ulteriormente la polemica in chiave di campagna elettorale?".