Autostrade, procuratore Genova: serve piano interventi adeguati

Fos

Genova, 26 nov. (askanews) - "E' in atto un piano di controllo che mi auguro venga seguito anche dal Ministero, come dovrebbe essere, nelle sue fasi attuative. Non spetta a noi fare questo tipo di attività. Se dobbiamo farla la facciamo perché non possiamo girare la testa dall'altra parte. Però per piacere, come ha detto anche il presidente Toti, e come mi auguro che avvenga anche per iniziativa del ministro, si attui un programma di interventi adeguati che dia anche sicurezza e fiducia a tutti gli utenti". Lo ha detto il procuratore capo di Genova, Francesco Cozzi, parlando con i giornalisti dopo la chiusura dell'autostrada A26, poi riaperta su una sola corsia in mattinata.

"Noi - ha sottolineato Cozzi - non siamo l'organo che verifica la sicurezza delle infrastrutture, né delle strade né delle autostrade, ma se veniamo a conoscenza, nell'ambito delle attività di indagine, di problematiche che mettono in pericolo la sicurezza e l'incolumità pubblica, non possiamo certamente girare la testa dall'altra parte ma dobbiamo intervenire con gli strumenti più decisi ma anche più equilibrati e responsabili possibili, per cercare ovviamente di dare il minor disagio possibile alla popolazione".