Autostrade, Rixi (Lega): pronti a revoca se governo non decide

Fos

Genova, 7 feb. (askanews) - "Se il governo non decide, siamo pronti anche alle revoche. Il governo sta tenendo bloccata, prima da Toninelli ora la De Micheli, tutta la manutenzione sulle autostrade. E' evidente, lo dimostrano anche gli ultimi mesi, non è più possibile andare avanti così". Lo ha detto il responsabile nazionale infrastrutture della Lega, Edoardo Rixi, a margine di un convegno di Confcommercio a Genova.

"Il testo del Milleproroghe - ha sottolineato Rixi - prevede di non approvare piani economici finanziari dei concessionari fino a luglio, quindi vuol dire che non vengono sbloccati gli oltre 13 miliardi di manutenzioni fino a luglio e in più si vocifera che l'accordo tra Benetton, Ministero e governo, sia quello di togliere solo l'autostrada da Genova a Savona ai Benetton, non fare la Gronda e non dare contropartite al territorio ligure".

"Se questa è la visione del governo - ha concluso il responsabile nazionale infrastrutture della Lega - preferisco che venga fatta la revoca a tutte le concessioni autostradali dei Benetton. Con tutto quello che ha vissuto la Liguria non è possibile fare degli altri regali. O c'è una presa di posizione finalmente e il governo chiude la vertenza con i concessionari e dice quali saranno le opere compensative, cosa verrà fatto e sblocca i lavori della Gronda, oppure proceda a una revoca, perché siamo certi che la Gronda a Genova non la vedremo più".