Autunno inizia con il maltempo, nubifragi e rischio alluvioni dal weekend

(Adnkronos) - Inizia l’autunno e si avvicina una perturbazione estrema: dal weekend piogge potenzialmente alluvionali inizieranno a colpire il Nord-ovest e tutto il versante tirrenico con rischio elevato dalla Liguria alla Toscana, molto elevato tra Lazio e Campania con possibili nubifragi in sequenza.

La giornata di oggi vedrà ancora condizioni piuttosto fresche al mattino e con qualche temporale sulle Isole maggiori, inattesa di un forte peggioramento dalla Francia verso il Mar Ligure. Nella notte infatti arriveranno le prime piogge intense sul Ponente Ligure in spostamento verso il resto della regione e l’alta Toscana; il maltempo di sabato investirà poi Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna, in ulteriore spostamento anche verso resto della Toscana, Umbria e Lazio. In serata la Campania e il Nord-est potrebbero essere l’ulteriore bersaglio di questa perturbazione atlantica con minimo depressionario in partenza dalla Penisola Iberica.

La domenica delle elezioni sembra a rischio piogge torrenziali tra Lazio e Campania, maltempo anche su Friuli Venezia Giulia e, a carattere sparso, sul resto dell’Italia salvo schiarite al Nord-ovest. Antonio Sanò, direttore e fondatore de iLMeteo.it, consiglia dunque di prestare la massima attenzione ai nostri bollettini meteo e alle allerte della Protezione civile nazionale. Da sabato, per almeno 4 giorni, il meteo potrebbe riservare bruttissime sorprese.

Durante i primi giorni del maltempo troveremo un intenso flusso perturbato da Sud-Ovest che risulterà associato ad un elevato contenuto di vapore acqueo: in questo contesto saranno possibili fenomeni abbondanti e localmente persistenti; in seguito, da mercoledì la discesa di aria artica marittima potrebbe favorire nevicate fino a 1200-1500 metri tra Alpi ed Appennino settentrionale ma anche una generale attenuazione dei fenomeni a causa del minore contenuto di vapore acqueo. Provando a scrutare il cielo a ‘lunga scadenza’, un altro affondo perturbato artico potrebbe scendere verso la Francia il primo giorno di ottobre causando piogge torrenziali verso il Nord-ovest italiano: qui però siamo nel fantameteo e quindi vedremo meglio cosa succederà con i prossimi aggiornamenti.

Intanto, massima prudenza dal weekend fino a martedì 27: il bersaglio principale del maltempo (il versante tirrenico) promette una cumulata mostruosa di 400/500 mm in 4 giorni, specie tra Lazio e Campania, la pioggia di 6 mesi concentrata in 96 ore.

Oggi, venerdì 23 settembre - Al nord: soleggiato con velature in arrivo da ovest. Al centro: soleggiato salvo piovaschi isolati in Sardegna. Al sud: soleggiato, qualche acquazzone in Sicilia.

Domani, sabato 24 settembre - Al nord: maltempo al Nord-ovest, in serata pure al Nord-Est. Al centro: intenso maltempo in Toscana verso Lazio ed Umbria. Al sud: soleggiato e caldo.

Domenica 25 settembre - Al nord: maltempo sul Friuli Venezia Giulia, schiarite altrove. Al centro: maltempo estremo sulla fascia tirrenica, rovesci sparsi altrove. Al sud: temporali forti in Campania, acquazzoni in Sicilia, variabile altrove.

Tendenza - Forte maltempo specie sulle regioni centrali e meridionali tirreniche almeno fino a martedì, calo termico da mercoledì con locali nevicate su Alpi e Appennini fino a quote basse per il periodo.