Avellino, stop precauzionale al consumo di frutta, verdura e uova

webinfo@adnkronos.com

L'Asl di Avellino ha avviato i campionamenti sulle matrici vegetali presenti nell'area interessata dall'incendio che ha distrutto la Ics di Pianodardine (Av). L'attività di indagine proseguirà anche nei prossimi giorni. In attesa dei primi risultati, l'Asl di Avellino ha richiesto alle amministrazioni coinvolte di disporre con propria ordinanza, in via del tutto precauzionale ed in attesa dei primi risultati analitici, le seguenti prescrizioni da applicare sull’intero territorio comunale: divieto di raccolta e consumo di frutta, verdura e ortaggi; divieto di utilizzo di acque attinte da pozzi per uso irriguo e di alimentazione zootecnica; divieto di pascolamento sull'intero territorio comunale; divieto di utilizzo di latte e uova prodotti nelle aziende zootecniche ed avicole, anche se di autoconsumo. 

I comuni interessati ed indicati dall'analisi del rischio e dalla cartografia elaborate da ORSA sono i seguenti: Avellino, Atripalda, Aiello del Sabato, Contrada, Grottolella, Manocalzati, Montefredane, Montoro, San Potito Ultra. Tali misure di ordine precauzionale saranno eventualmente rivalutate alla luce dei risultati delle analisi effettuate sulle matrici campionate. 

Intanto, il Prefetto di Avellino, Maria Tirone, ha riunito nuovamente il centro coordinamento soccorsi. Il tavolo ha preso visione dei nuovi dati delle centraline dell'Arpac relativamente alla qualità dell'aria: non si evidenziano sforamenti dei valori di pm10 e pm 2.5 (polveri sottili ed ultrasottili). Pertanto sono cessate le esigenze che hanno indotto a consigliare, in via precauzionale, limitazioni alla mobilità e la chiusura delle scuole nei comuni limitrofi all'evento. I risultati delle prime analisi sulle diossine nell'aria saranno ufficializzati sul sito dell'Arpac a partire da domani. L'Asl, nel rispetto delle procedure regionali previste per simili eventi, emanerà nella giornata odierna una propria direttiva ai sindaci interessati sulle misure di prevenzione da adottare in via cautelativa. All'esito delle indagini già avviate dall'Asl tali misure verranno, eventualmente, rivalutate. Il centro coordinamento soccorsi raccomanda ai cittadini di attenersi esclusivamente alle indicazioni fornite dalle autorità competenti.