Avrebbe ammesso di essere stato lui il 40enne che del Salernitano arrestato dai carabinieri

Il 40enne è stato arrestato dai Carabinieri
Il 40enne è stato arrestato dai Carabinieri

Bimba giù da palazzo a Fisciano, confessa il padre e il suo legale spiega: “Non si dà pace”. Avrebbe ammesso di essere stato lui  il 40enne del Salernitano arrestato dai carabinieri dopo aver fatto fare alla sua bambina di 2 anni un volo di 20 metri giù dal balcone. La piccola si era salvata per miracolo e grazie ad una rete metallica e se l’è cavata “solo” con una frattura ed alcune escoriazioni.

Bimba giù da palazzo, confessa il padre

Nelle ore di ieri, 31 ottobre, i media avevano registrato le le parole dell’avvocato Tommaso Amabile, che insieme al collega Silverio Sica difende l’uomo accusato del tentato omicidio della figlia di due anni. Parole però pronunciate prima dell’interrogatorio di garanzia e dell’ammissione in lacrime del reato d’impeto: “Le notizie, ovviamente molto ufficiose che abbiamo raccolto, sembrerebbero avvalorare la tesi di una caduta accidentale che ovviamente è tutta da verificare”. L’interrogatorio era cruciale “anche per capire meglio gli elementi”.

L’avvocato: “Un ragazzo che si è fatto da solo”

E ancora: “Il primo che non riesce a darsi pace per quello che è successo è proprio lui. È una persona conosciuta da tutti, un ragazzo che è venuto su da solo, che si è fatto con le sue mani, che si è laureato, che ha partecipato a concorsi pubblici e che oggi ricopre un incarico di responsabilità”. Poi la chiosa: “Uno che non si è mai fatto sentire nella comunità fiscianese, sposato con una brava ragazza conosciuta tantissimi anni fa, veramente inspiegabile quello che è successo”. Il sindaco di Fisciano, Vincenzo Sessa, ha detto: “Una famiglia di persone perbene e tranquille, siamo tutti increduli”.