Avrebbero omesso la provvisorietà di alcune comparazioni e “aggredito” i consumatori dopo il diniego

·1 minuto per la lettura
Due multe dell'Antitrust a Facile.it
Due multe dell'Antitrust a Facile.it

Mazzata da 7 milioni dell’Antitrust con una multa a due società del gruppo Facile.it per pratiche commerciali scorrette ed aggressive. L’ambito è quello delle comparazioni e preventivi effettuati nei settori finanziario e assicurativo.

Antitrust, multa a due società che si occupano di mediazione e brokering

Le società interessate dal provvedimento sono Facile.it Mediazione Creditizia Spa e Facile.it Broker di Assicurazioni Spa. Gli importi della multe sono stati rispettivamente di 1.050.000 euro e 5.950.000 euro.

Multa a due società dell’Antitrust: comparazioni provvisorie sui prestiti senza previsione in negativo

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato lo ha notificato pubblicamente al termine del procedimento istruttorio. La prima pratica commerciale scorretta e di natura ingannevole riguarda la violazione degli articoli 21 e 22 del Codice del Consumo. Sul sito comparativo “non veniva chiarito che i risultati della comparazione dei prestiti sono provvisori, in quanto è demandata ai singoli istituti finanziatori ogni valutazione sul merito creditizio del singolo utente, con possibile peggioramento delle condizioni economiche proposte in fase di preventivo”.

Due società multate dall’Antitrust: pop up aggressivi e insistenti su una polizza assicurativa già rifiutata

La seconda pratica scorretta ed aggressiva è in violazione degli articoli 24 e 25 del Codice del Consumo. Cioè per aver “proposto al consumatore in modo insistente, tramite l’utilizzo di pop up automatici, una polizza assicurativa abbinata ai prestiti personali anche a soggetti che in un primo momento avevano manifestato la volontà di non stipulare la polizza stessa”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli