Avviata revisione Piano del Parco Nazionale Arcipelago Toscano

Redazione
·2 minuto per la lettura
Foto
Foto

ROMA (ITALPRESS) - A poco piu' di dieci anni dalla sua approvazione, pur tenendo conto della variante del 2017 relativa alla zonazione a mare dell'isola di Capraia, e' partito l'iter finalizzato alla revisione del Piano del Parco che andra' a rivedere la zonazione dell'area protetta e ad aggiornare le norme tecniche di attuazione, nonche' a predisporre il Regolamento del Parco, strumento definito per disciplinare l'esercizio delle attivita' consentite entro il territorio sottoposto a tutela. "Il Piano va aggiornato soprattutto per rivedere la zonazione a mare delle isole minori che ancora oggi sono gestite con le sole norme di salvaguardia. In parallelo all'aggiornamento del Piano sara' completato il regolamento, uno strumento importante per dare certezze ai cittadini e a chi deve sorvegliare il rispetto delle norme vigenti all'interno dell'area protetta", afferma il presidente del Parco Giampiero Sammuri. La decisione di avviare il processo di aggiornamento degli strumenti di pianificazione e di regolamentazione, e' scaturita a seguito di un confronto che i vertici dell'Ente Parco hanno avuto con la Comunita' del Parco e con i Sindaci dei Comuni coinvolti. Un obiettivo condiviso, una necessita' sentita dal territorio che l'Ente Parco ha inteso recepire allo scopo di rendere piu' efficaci le modalita' di gestione dell'area protetta, attente alle funzioni di tutela delle risorse naturali, rispettose delle attivita' economiche compatibili, tenendo in debito conto del dinamismo e della complessita' delle problematiche che intervengono nel contesto dell'arcipelago toscano. Un processo utile per aggiornare il quadro conoscitivo e le conseguenti scelte programmatorie anche in considerazione di quanto previsto dai Piani di Gestione che sono stati nel frattempo predisposti nelle aree ZSC (Zone Speciali di Conservazione) e ZPS (Zone di Protezione Speciale) di cui alla Rete Natura 2000, ai sensi rispettivamente delle direttive comunitarie "Habitat" e "Uccelli". Il percorso di revisione del Piano del Parco prevede anche di stabilire la nuova zonazione a mare e le relative norme di attuazione per le isole di Giannutri, Montecristo, Pianosa e Gorgona sul modello gia' predisposto e adottato nel 2017 per l'isola di Capraia. (ITALPRESS). ads/com