Avvocatessa accoltellata a Milano: la polizia cerca un possibile testimone

avvocatessa accoltellata milano

Non si fermano le indagini per risalire all’aggressore di Paola Marioni, l’avvocatessa accoltellata a Milano il 20 luglio del 2017. Il responsabile dell’agguato che è quasi costato la vita alla donna resta ancora senza identità, ma le indagini potrebbero essere a un punto di svolta. La polizia meneghina ha diffuso un video in cui è stato immortalato un possibile testimone dell’aggressione. Gli inquirenti chiedono a chiunque sia in possesso di informazioni utili di mettersi in contatto con le autorità.

Avvocatessa accoltellata a Milano

Era il 20 luglio 2017 quando Paola Marioni è stata aggredita nel suo studio in zona Porta Romana, intorno alle ore 18.40. I colpi di arma da taglio l’hanno raggiunta al collo e all’addome, riducendola in fin di vita. La donna è un’avvocatessa specializzata in diritto civile e, in particolare, nella gestione dei rapporti tra i condomini e i proprietari degli stabili. Secondo gli inquirenti, dal suo studio non manca nessun faldone.

L’uomo ricercato

Il soggetto ricercato dalla polizia è un uomo inquadrato dalle telecamere di sorveglianza intorno alle 18.45 del giorno in cui l’avvocatessa è stata accoltellata nello studio di via dei Pellegrini, a Milano. Sarebbe transitato per la zona proprio mentre avveniva l’aggressione. Il presunto testimone indossava una maglietta blu scuro, un paio di pantaloni bianchi, scarpe sportive blu e uno zaino dello stesso colore. Il volto è parzialmente coperto da un cappello e un paio di occhiali da vista con montatura nera.

Gli inquirenti specificano che l’uomo è “sicuramente transitato nei pressi del luogo del fatto” ma non gli è attribuita alcuna responsabilità nell’aggressione.

Come contattare gli inquirenti

La polizia invita chiunque abbia informazioni sulla vicenda a contattare la 3a sezione della Squadra Mobile della Questura di Milano al seguente numero: 3546106426.