Avvocato Corte Ue: riconoscere eurodeputato catalano Junqueras

Loc

Bruxelles, 12 nov. (askanews) - Secondo un parere preliminare emesso oggi a Lussemburgo dall'avvocato generale della Corte europea di Giustizia, Maciej Szpunar, l'acquisizione dello status di deputato al Parlamento europeo dipende solo dal voto degli elettori e non può essere soggetta al rispetto di altre formalità, imposte dallo Stato di appartenenza dell'eletto.

Il parere dell'avvocato generale riguarda la vicenda dell'ex vicepresidente del Governo autonomo della Catalogna Oriol Junqueras Vies, che è stato eletto al Parlamento europeo nel maggio scorso, ma non ha potuto assumere le sue funzioni (prestando giuramento sulla Costituzione spagnola) perché sottoposto a carcerazione preventiva dal novembre 2017, con l'accusa di sedizione come organizzatore del referendum per l'indipendenza della Catalogna.

L'avvocato generale propone alla Corte di Giustizia (che si pronuncerà con la sua sentenza definitiva probabilmente entro la fine dell'anno) di dichiarare che una persona la cui elezione al l'Europarlamento è stata ufficialmente proclamata con i risultati del voto, acquisisce su questa base la qualità di eurodeputato, indipendentemente da qualsiasi formalità successiva cui avrebbe l'obbligo di adempiere, in forza del diritto nazionale del suo paese. (Segue)