Avvocato di Agostino Gaglione: uomo per bene per anni in prigione

Cro/Ska

Roma, 23 ott. (askanews) - "Dopo la lettura dei maggiori quotidiani nazionali e l'ascolto dei tg, nei quali la notizia della definitiva assoluzione di Agostino Gaglianone, non solo dal reato di mafia, ma anche da quello di associazione per delinquere semplice, nella stragrande maggioranza dei casi non è stata neppure citata, e constatato amaramente che la storia di uomo perbene tenuto per anni in prigione, che ha la sfortuna supplementare di non avere un cognome famoso, non interessa ai media italiani, esprimo la mia soddisfazione personale per l'esito della vicenda assieme al mio sconforto di cittadino". Così l'avvocato Valerio Spigarelli in relazione alla vicenda processuale in oggetto, che ha visto imputato Agostino Gaglianone. "Gaglianone è stato una vittima collaterale di un esperimento giudiziario "in vitro" che la cassazione ha sgretolato, la sua vita e quella dei suoi familiari sono state distrutte ingiustamente e la sua vicenda è emblematica non solo di quanto possa essere drammatico un errore giudiziario, ma anche di quanto possa essere incivile una informazione "embedded" sui carri delle Procure tanto quando queste "trionfano" tanto quando falliscono. Il sostanziale oscuramento di tale posizione, infatti, non è un caso, ma il risultato della operazione di attenuazione della disfatta giudiziaria della Procura di Roma attraverso la esaltazione del riconoscimento della sussistenza, comunque, di attività illecite (corruzioni e associazioni per delinquere) per altri imputati che la gran parte dei media enfatizza. Come se la faccenda significativa non fosse oggi, e non fosse sempre stata, il riconoscimento di una mafia originaria e originale chiamata Mafia Capitale".