Axians lancia progetto pilota: smart working per nuovi stili vita

featured 1615532
featured 1615532

Roma, 31 mag. (askanews) – Vivere diversamente il territorio italiano anzi farlo rivivere. Dimostrare come la tecnologia possa essere determinante nel modificare i nostri stili di vita permettendoci di lavorare in smart working anche in piccoli borghi. È l obiettivo del progetto pilota lanciato da Axians Italia, una società del gruppo Vinci Energies Italia, specializzata nello sviluppo di servizi tecnologici e soluzioni digitali per l’industria privata e la pubblica amministrazione. Axians ha presentato non a caso il suo progetto “Smart Working itinerante” proprio in uno dei borghi più rapresentativi della Tuscia laziale, Bassano Romano, alla presenza del sindaco Emanuele Maggi. Un piccolo comune ma denso di storia e ricco di bellezze artistiche a cominciare da Villa Giustiniani Odescalchi affrescata nel Seicento dal Domenichino, e che progetti come quello di Axians possono contribuire a far riscoprire come spiega Valentino Battisti, Head of Service & Sales Manager P.A. Centro Sud & Transportation Rail & Road di Axians Italia.

“Il focus di questo progetto è di avvicinare le pubbliche amministrazioni a delle applicazioni innovative che rendano possibile migliorare il benessere delle cittadine e della pubblica amministrazione. Quindi parleremo di soluzioni di smart cities presentando degli esempi teorici ma anche dei casi concreti che abbiamo realizzato in alcune cittadine italiane”.

Tra le città che hanno già usufruito dei servizi di Axians ci sono ad esempio Genova e Venezia, la prima usando dei sensori per verificare il tasso di inqinamento e Venezia per gestire il traffico pedonale e le code.

“Sostanzialmente loro possono andare a monitorare tutta una serie di parametri e di funzionalità che loro vogliono mettere a disposizione dei loro cittadini e che andrebbero poi nel futuro a migliorare il quotidiano della cittadina stessa. Esempi di indicatori possono essere appunto la misurazione dell’inquinamento della cittadina stessa, piuttosto che gestire l’irrigazione dei giardini pubblici o durante eventi significativi in cui si verificano raggruppamenti di massa di pesrsone, gestire in tempo reale, per evitare situazioni di persicolo”.

Soddisfazione dal sindaco Emanuele Maggi in un borgo in cui nell’ultimo anno, paradossalmente grazie alla pandemia, si è riscontrato un aumento delle richieste di residenza: “E’ un progetto che riesce effettivamente a coniugare una esigenza di produttività con una logica di turismo lento e sostenibile, quindi mette nelle condizioni i dpendenti di operare per la propria azienda però al contempo di conoscere dei posti meravigliosi, meno conosciuti rispetto ad altre grandi capitali, dando modo di conoscere delle bellezze straordianrie che il nostro territorio ha. La Tuscia viterbese è piena di queste meraviglie e noi siamo felici che come comune di Bassano romano siamo, all’interno della regione Lazio, il comune pilota su cui Axians ha deciso di sviluppare questa iniziativa”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli