Axos racconta il nuovo disco: "C'è tutto quello che la vita mi ha lasciato"

·5 minuto per la lettura
Axos Anima mundi
Axos Anima mundi

Personalità forte e carattere provocatore si riflettono in una scrittura sincera e grintosa. Nell’intervista esclusiva Axos ha parlato del suo nuovo album, “Anima mundi”, delle collaborazioni con Ghemon, Rosa Chemical e Kina, produttore di fama internazionale. Ha descritto la sua scrittura, profonda e diretta, specchio della sua anima. Ha sottolineato l’importanza del rap, i sentimenti più viscerali, il rapporto con la figlia e l’amore per lei, fino ai progetti futuri. Dopo l’importante esperienza con il collettivo Machete, Axos ha delineato un percorso tutto suo: ha collaborato con Salmo e Nitro e adesso è pronto al successo del suo nuovo album.

Axos racconta “Anima mundi”

Nell’intervista esclusiva Axos ha descritto con orgoglio il progetto che ha dato vita ad “Anima mundi”. Si tratta di un “album nato nel tempo”, estrapolando “gli aspetti più significativi di ogni progetto del quale sono stato protagonista”. “Mi sono preso del tempo per realizzare un disco capace di emozionare. Ho preso una direzione precisa: quella dell’amore, ha spiegato il cantante.

Quindi ha precisato: “Non voglio cadere nel vittimismo, ma generare una reazione d’amore. “Anima mundi” rappresenta un concetto chiaro: siamo tutti parte di una stessa energia vitale, dobbiamo assolutamente prenderne atto nella nostra vita di tutti i giorni e valorizzare la nostra unicità. Anche i pezzi che compongono il mio disco sono diversi l’uno dall’altro, ma accumunati dalla medesima essenza”.

“Settimo cielo” e “L’amore ci farà pezzi ancora” sono due delle 14 canzoni che compongono il disco di Axos, “Anima mundi”. Ma come si sente in questo momento il giovane rapper? “Sono al settimo cielo e, al contempo, l’amore mi ha ancora fatto a pezzi, eppure non bisogna smettere di amare. Per questo, sono sempre al settimo cielo”, ha commentato.

Un brano speciale, profondo, introspettivo e personale è quello che Axos ha dedicato alla sua bambina. Si intitola “Tu (a mia figlia)” e a tal proposito ha fatto sapere: “Avevo bisogno di lasciare qualcosa di concreto che spiegasse a mia figlia il periodo che sto vivendo da ormai diversi anni. E volevo farlo adesso. Sono molto concentrato sul lavoro, ma lo faccio anche per garantire un buon futuro a lei. Spesso la musica, che è la mia professione, mi porta via molto tempo. Ma da grande, ascoltando il brano, potrà forse comprendere meglio i periodi in cui ero assente e durante i quali so che ha sofferto. Ci stavo male anch’io. Si crede che l’artista può prendersi tutto il tempo che desidera: ho fatto tanta fatica a spiegare alla mia famiglia che si tratta di un lavoro che ti raccoglie completamente, talvolta senza lasciarti spazio. Dovevo chiarire tale posizione, soprattutto per mia figlia. Se ho preso questa strada nella mia vita, lo devo proprio alla sua nascita. Quindi ha aggiunto: “Vedo mia figlia una settimana al mese. Non sono più insieme alla sua mamma e non è facile far combaciare lavoro e vita privata. Ma ora che il disco è pronto incrementerò il tempo da trascorrere con mia figlia.

I featuring e le collaborazioni

Due speciali featuring arricchiscono un album artisticamente evocativo, dove sonorità diverse si coniugano in modo originale e coinvolgente. “Quando ho scritto questo disco ho immaginato come un universo dove il rap, la trap, il rock, la Lo-Fi e l’elettronica si incontrano con testi forti, che a volte parlano di argomenti precisi. Altre volte, invece, sono veri e propri flussi di coscienza. Ho messo dentro tutto quello che mi ha lasciato la vita finora. Ho preso tutte le cose che mi hanno segnato, le ho analizzate, sfoltite e le ho collegate tra di loro. In generale, posso dire che il tema principale del disco sia l’influenza che ognuno di noi ha sull’altro, che ne sia consapevole o meno”, ha fatto sapere Axos parlando del suo nuovo disco, “Anima mundi”.

Le sue parole lasciano il segno scavando in temi profondi e concreti e si uniscono a un flow ricercato che contorna una scrittura a volte più rabbiosa e in altri momenti più delicata. “Anima Mundi” accompagna l’ascoltatore in un viaggio intenso alla scoperta di un mondo interiore ricco di sfaccettature.

La malinconica “Hallelujah” è stata realizzata in collaborazione con Rosa Chemical e la delicata “Settimo Cielo” vanta il featuring di Ghemon. A questi due brani si aggiunge l’ipnotica “50mila Baci”, nata con il produttore Kina. Sulle collaborazioni presenti nel disco, il rapper ha commentato: “Il rapporto con Kina è nato in maniera molto naturale. Sono sempre stato un suo fan e ho avuto persino la possibilità di fare un freestyle”.

“Dopo aver scambiato due chiacchiere, abbiamo scoperto un amore e una stima reciproci. Per scrivere canzoni, dopo esserci conosciuti, abbiamo trascorso una settimana insieme a casa mia. Da quei giorni di festa è nata Hallelujah”, ha detto Axos a proposito del rapporto con Rosa Chemical. E su Ghemon, ha aggiunto:Lo volevo tanto nel mio disco. Con le sue canzoni ha segnato un periodo molto bello della mia vita”.

Axos Anima mundi
Axos Anima mundi

Il rap e i progetti futuri

È “sad” la migliore definizione per descrivere la sua scrittura. Lo ha confidato lo stesso Axos, il quale ha dichiarato: “Penso che la vita non sia facile e voglio proporre una scrittura riflessiva. Ma la malinconia e la tristezza che traspaiono nella mia vena artistica devono essere rivoluzionarie. Di fronte alle difficoltà bisogna rialzarsi e reagire.

Axos Anima mundi
Axos Anima mundi

Sul suo futuro, invece, ha commentato: “Per gli anni a venire voglio mantenermi lungo la strada che ho delineato e che sto attualmente percorrendo. I miei fan sono abituati a “scossoni forti”, sorprese che entusiasmano”. Tra le aspettative, ha confidato: “Vorrei conquistare il mio spazio nel cantautorato italiano”.

Axos oltre ad aver parlato del nuovo album, “Anima mundi”, ha anticipato i prossimi progetti. “Il nuovo disco è appena uscito, ma ho già voglia di realizzarne un altro. Nel mentre mi cimenterò in altre sorprese“, anche se non è facile fare previsioni a lungo temine, soprattutto in un momento tanto delicato come quello determinato dalla grave emergenza sanitaria. Così ha svelato il rapper, senza però scendere nei dettagli. Il suo auspicio, inoltre, è quello di “essere ascoltato dai miei fan abituali, ma anche dai loro genitori.