Azerbagian commemora il 30esimo anniversario del "Gennaio Nero"

Red/orm

Roma, 20 gen. (askanews) - Oggi l'Azerbaigian ricorda una data considerata fondamentale e drammatica nella sua storia. Nella tarda notte del 19 Gennaio del 1990, senza dichiarare lo stato d'emergenza, per ordine di Mikhail Gorbachev, allora presidente dell'Unione Sovietica, circa 30 mila soldati dell'esercito sovietico si avviarono verso Baku. Un'operazione militare di vasta scala e da tutte le direzioni, incluso il mare, progettata dalle forze speciali del Ministero della Difesa, del Ministero dell'Interno e del Comitato della Sicurezza Statale dell'Unione Sovietica.

I soldati colpirono indiscriminatamente donne, anziani e neonati; persino i conducenti delle ambulanze e i medici furono sottoposti a brutali uccisioni. Carri armati e mezzi di trasporto corazzati travolsero veicoli civili e medici, incuranti delle persone all'interno.(Segue)