Azione: Calenda, 'un anno entusiasmante'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 31 dic. (Adnkronos) – Un anno "entusiasmante, di battaglia" con l'affermazione di Azione come primo partito nelle elezioni comunali a Roma dopo una campagna elettorale condotta "come fosse una prova generale di quelle del futuro". È il 2021 raccontato da Carlo Calenda, leader di Azione, in un video postato sui suoi social.

Un anno "di proposte dettagliate a partire dall'ossessione' per i giovani e per le donne a quelle sulla giustizia e sul Pnrr" con un partito, annota Calenda "che oggi conta 24mila tesserati, quasi mille amministratori locali e tra poco celebrerà il suo primo Congresso".

"Nel 2022 per noi la priorità rimane quella di costruire un grande partito riformista, radicale, forte, liberal-democratico che non sia un 'centrino' tattico che si allea con la destra o la sinistra" e di rilanciare la federazione con +Europa. L'anno politico che verrà, aggiunge, "dovrà vedere Azione porre meno veti, avere più capacità di ragionare e collaborare con gli altri partiti, di lavorare insieme agli altri partiti". Un anno, il 2022, "importantissimo, per l'elezione del Presidente della Repubblica: la nostra linea è che ci voglia una personalità istituzionale come la ministra della Giustizia Cartabia, ma soprattutto che Draghi rimanga presidente del Consiglio, perché in questo caso tutto lo scenario politico si ricomporrà intorno a un modo di fare politica che è quello pragmatico di Draghi. Viceversa -conclude Calenda- torneremo allo scontro ideologico e dannoso tra partiti cui abbiamo assistito negli ultimi decenni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli