Azzolina giura da ministro: la scuola va migliorata, ma non stravolta

Red/Cro/Bla

Roma, 10 gen. (askanews) - "Da oggi comincia un lavoro nuovo al Ministero. Cambia il ruolo, aumentano le responsabilità, ma lo spirito è lo stesso con cui ho avviato la mia attività già da sottosegretaria: determinazione, ascolto, tanta passione per un mondo che sento mio. E una convinzione: la scuola italiana funziona. Va migliorata, ma non stravolta". Lo scrive su Facebook il neo ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina, che oggi pomeriggio al Quirinale ha giurato nelle mani del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

"La scuola ha bisogno di cura, di semplificazione, di rapidità nelle decisioni, di visione. E di concretezza: farò in modo che il Ministero torni ad essere un punto di riferimento operativo per le scuole. Daremo supporto a chi tutti i giorni sta nelle segreterie, negli uffici di dirigenza, nelle classi e spesso deve correre dietro alla burocrazia, ai ricorsi, alle disfunzioni del sistema. Soprattutto metterò gli studenti al centro di ogni mia decisione. La scuola è per loro", ha aggiunto.