Azzolina: si torna a scuola se e quando ci saranno condizioni

Rus

Roma, 26 mar. (askanews) - "Voglio ribadire, con chiarezza, un aspetto fondamentale. Si tornerà a scuola se e quando, sulla base di quanto stabilito dalle autorità sanitarie, le condizioni lo consentiranno".

A spiegarlo è stata la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, in Aula del Senato, durante l'informativa sulle iniziative per la prosecuzione dell'anno scolastico alla luce dell'emergenza sanitaria in corso.

"In una situazione così difficile il governo - sottolinea - ha dovuto operare scelte importanti e complesse, impedendo, allo stato attualela presenza a scuola degli studenti e delle loro famiglie, dei docenti, e riducendo la presenza del personale Ata e dei dirigenti scolastici, limitandola alle sole attività ritenute indifferibili. Questo per contenere il contagio".

Tuttavia, aggiunge la ministra, "il servizio di istruzione è un servizio pubblico essenziale costituzionalmente garantito.Per questo abbiamo subito sollecitato l'attivazione di forme di didattica a distanza. Con l'obiettivo di garantire il diritto allo studio, ma anche e soprattutto la vicinanza ai nostri studenti e alle loro famiglie. È una scelta a mio avviso obbligata. Non abbiamo alternative se vogliamo stare accanto ai nostri allievi".