Azzolina: supplenti non laureati? Una possibilit per i giovani

·1 minuto per la lettura

Milano, 20 lug. (askanews) - "Penso che questo Paese debba assolutamente dare la possibilit ai giovani di lavorare, se vanno all'estero ci lamentiamo, se restano a casa ci lamentiamo. Questi giovani lavoravano gi, la Lombardia una delle Regioni che ha pi supplenze per la scuola dell'infanzia e la scuola primaria. Non una novit, noi lo abbiamo semplicemente messo all'interno di graduatorie". Cos il ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, a margine della visita a una scuola milanese ha risposto ai giornalisti che le chiedevano chiarimenti sull'inserimento nelle graduatorie per le supplenze scolastiche di studenti delle Scienze della formazione primaria non ancora laureati. "Questo - ha spiegato il ministro - faciliter le segreterie che non dovranno pi avere a che fare con le Mad (le dichiarazioni di messa a disposizione) ad impazzire dietro le Mad e daremo da lavorare a persone che hanno scelto di fare l'insegnante, che hanno fatto un percorso che era a numero chiuso. Persone preparate con passione e amore per la scuola. E' un passo in avanti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli