Azzurri a Palazzo Chigi: “una vittoria simbolo di ripartenza”

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 12 lug. (askanews) - Dopo il piccolo bagno di folla nel tragitto tra il Quirinale e Palazzo Chigi la Nazionale di calcio, Matteo Berrettini ed i campioni Europei Under 23 di atletica leggera sono stati ricevuti dal Presidente del Consiglio Mario Draghi e da una folta rappresentanza del Governo.

"Giornata meravigliosa per lo sport italiano e per il Paese - ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò nel suo intervento - sono felice di rappresentare questo mondo che in questi mesi ha sofferto per la situazione mondiale che conosciamo. Oggi rappresento soprattutto tre federazioni: la forza e la popolarità del calcio, l'enorme capacità di rendere conosciuto a tutto il tennis e l'atletica leggera che - insieme alla ginnastica - ha dato via a tutto il movimento. Da subito abbiamo intuito che la Nazionale di calcio potesse essere preludio a un momento unico come la finale di Wimbledon di Berrettini e dei ragazzi dell'atletica ci fanno ben sperare verso Tokyo 2020. Oggi percepiamo l'unità nazionale, che è il più prezioso regalo che ci avete dato. Complimenti a tutti e grazie presidente Draghi per averci ospitato".

Dopo Malagò, è stato il presidente della Federtennis Angelo Binaghi: "Grazie per averci dato l'onore di essere qui. Ho riaperto il nostro libro dei sogni ieri. A questo libro mancava solo la finale di Wimbledon. Ieri siamo entrato in una nuova dimensione" ha detto. Il presidente della Figc Gabriele Gravina ha dato un taglio economico al suo intervento: "Con immenso piacere che abbiamo accolto questo invito, la ringraziamo. Il Governo ha contribuito al successo organizzativo di un Europeo entrato nella storia. Dopo mesi di sofferenza, è il momento della ripartenza col torneo che ha esaltato i valori della Nazionale. Un nuovo approccio culturale del calcio che abbiamo ribattezzato nuovo Umanesimo, Mancini e la squadra hanno incarnato l'appartenenza, il sacrificio, l'amicizia e l'esaltazione del concetto di squadra. Il successo di un gruppo si fonda sulle individualità messe al servizio del collettivo. La vittoria attraverso il bel gioco rappresenta un incentivo a dare il meglio in ogni campo. Orgogliosi di aver contribuito a generare entusiasmo positivo".

Al termine scambi di doni con Berrettini che regala la racchetta di Wimbledon al Presidente del Consiglio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli