Baby box, una scatola contro le morti in culla

Duccio Fumero
In Finlandia, dagli anni ’30, lo Stato ha aiutato le neofamiglie fornendo loro una scatola recapitata dalle autorità sanitarie con dentro un kit per neonati. (Credits – Flickr/Matthew Yglesias)

In Finlandia la mortalità neonatale è bassissima, crollata nel corso degli anni e secondo gli esperti il motivo è legato al cosiddetto baby box. Cioè una scatola di cartone dove i neonati vengono fatti tradizionalmente dormire dai genitori finlandesi, e che ora sta diffondendosi in molti Paesi del mondo, ultimi gli Stati Uniti. Ma di cosa stiamo parlando?

In Finlandia, dagli anni ’30, lo Stato ha aiutato le neofamiglie fornendo loro una scatola recapitata dalle autorità sanitarie con dentro un kit di accoglienza al mondo a base di pannolini, salviette, pomate e altre prime necessità. E, una volta svuotata di tutti i beni di prima necessità, la scatola si trasforma in una culla.

L’idea, al di là di aiutare le famiglie più bisognose, era quella di dare un senso di eguaglianza, con tutti i neonati che potevano dormire nella stessa culla, senza differenze di classe o economiche. Ebbene, non pensate però che far dormire un bambino in una scatola di cartone faccia crollare la mortalità e combatta, soprattutto, la cosiddetta Sindrome della morte in culla (Sids). A fare la differenza, però, è l’educazione dei genitori attraverso il dono statale.

Per le autorità sanitarie finlandesi, infatti, il baby box è soprattutto un modo per raggiungere ed educare i neogenitori, dando loro quello che davvero serve, sia come prodotti sia come indicazioni per usarli, ed evitare quello che i medici ritengono poco utile, non necessario o anche dannoso. Ed evitare che da piccoli i neonati vengano messi a dormire nel lettone, o con troppe coperte, cuscini o peluche, tra le prime cause della morte in culla.

Come detto, però, la moda dei baby box sta andando oltre la Finlandia e dopo essere stato adottato anche da Scozia, Sud Africa e Canada ora arriva anche negli USA, in particolare nello Stato del New Jersey. Qui, infatti, nei prossimi mesi sono previste le consegne di ben 105mila scatole di cartone con i beni di prima necessità per i neonati.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità