Bagnasco: approccio solo finanziario a salute perde umanita'

(ASCA) - Roma, 26 apr - ''Senza dubbio s'impone un uso

responsabile delle risorse, e questo non solo perche' siamo

in periodo di grave crisi'' ma e' anche ''evidente che se

diventasse decisivo un approccio meramente finanziario alla

salute, la societa' perderebbe quel livello di umanita' che

deve assolutamente avere per non diventare ingiusta e,

peggio, disumana''. Lo ha dichiarato il presidente della

Conferenza episcopale italiana, il cardinale Angelo Bagnasco

durante la presentazione dell'iniziativa 'Flying Angels

Foundatoion' all'Ambasciata d'Italia presso la Santa Sede.

Il rischio, sottolinea Bagnasco, e' lasciare ''andare alla

deriva i piu' deboli e indifesi, che senza dubbio richiedono

alla collettivita' un maggiore impegno di risorse''.

Quando una societa', prosegue il presidente della Cei,

''s'incammina verso la trascuratezza della vita debole, o

peggio verso la sua negazione seppure mascherata con belle

parole e nobili intenzioni dichiarate, 'finisce per non

trovare piu' le motivazioni e le energie necessarie per

adoperarsi al servizio del vero bene dell'uomo. Se si perde

la sensibilita' personale e sociale verso l'accoglienza di

una nuova vita, anche altre forme di accoglienza utili alla

vita sociale si inaridiscono' (Benedetto XVI, Caritas in

veritate)'''.

Ricerca

Le notizie del giorno