Bagnino salva 18enne ma lui non lo ringrazia

bagnino salvataggio
bagnino salvataggio

Jacopo Vandini, bagnino di Civitavecchia, ha salvato dall’annegamento un ragazzo di 18 anni che però non lo ha neanche ringraziato.

Bagnino salva 18enne dall’annegamento

Jacopo Vandini, 26 anni, di Civitavecchia, è un bagnino dello stabilimento Er Corsaro a Sant’Agostino, e si è reso protagonista di un gesto eroico. Mercoledì 8 giugno, infatti, Jacopo si è tuffato per salvare un ragazzo di 18 anni che era in difficoltà e rischiava di annegare, nonostante la bandiera rossa vietasse di fare il bagno e di andare al largo.

Dopo averlo portato a riva, il bagnino si è sentito male ed è stato portato all’ospedale San Paolo in codice azzurro: i medici gli hanno dato due giorni di prognosi, e una nuova visita dal cardiologo la prossima settimana.

«Quando sono uscito dall’acqua non mi sentivo più le gambe, mi girava la testa. […] si era paralizzato e continuava a ripetermi che non ce la faceva più a nuotare. Io anche ero stremato, nonostante ho fatto anni di nuoto. Non riuscivo a rientrare».

Salva il ragazzo ma lui nemmeno ringrazia

Un salvataggio eroico che non ha ricevuto la giusta considerazione: il 18enne infatti non si è sprecato in ringraziamenti, e nemmeno i parenti che erano con lui in spiaggia:

«Non ho ricevuto ringraziamenti né da lui né dai suoi genitori, ammesso che gli abbia raccontato quanto avvenuto. Ma non mi interessa. A quell’età i ragazzi si sentono onnipotenti, ma bisogna educarli. Bisogna fargli capire che quando c’è bandiera rossa non si può fare il bagno perché si rischia la propria vita e si mette a repentaglio quella di coloro che sono deputati a intervenire».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli