Bagno nelle acque sacre del Gange per un milione di hindu

Bagno nelle acque sacre del Gange per un milione di hindu

Roma, 14 gen. (askanews) – Circa un milione di fedeli hindu e asceti sadhu si sono radunati alla confluenza del fiume Gange e del Golfo del Bengala per il “Gangasagar mela”, famoso festival che si tiene a Sagar Island in occasione del bagno nelle acque sacre del fiume per il Makar Sankranti, festività importante per la mitologia hindu.

Parla Jasminder Giri, sadhu di 19 anni: “Veniamo una volta l’anno a Gangasagar. Abbiamo un detto ‘andate in tutti i luoghi religiosi più volte, ma a Gangasagar solo una volta’. Così in un anno veniamo una volta sola, anche se veniamo anno dopo anno. Stiamo qui nelle tende, cantiamo musica devozionale e preghiamo”.

“La gente viene qui a ricevere le benedizioni, perché veniamo da lontano, meditiamo e preghiamo, così la gente viene qui con i loro problemi e diamo loro le nostre benedizioni”, aggiunge.

“È risaputo che fare il bagno nelle acque sacre di questo fiume ti assolverà da tutti i peccati. Gangasagar è la confluenza di due fiumi”, rivela questa fedele.