Balanzoni, la dottoressa no-vax: "Salvini e Meloni come Speranza"

(Adnkronos) - "Salvini e Meloni? Sono come Speranza, inaffidabili. Dimostrano di non aver capito nulla del Covid, perché non si tratta di corteggiare ora chi è contrario al vaccino". Così all'Adnkronos Salute Barbara Balanzoni, dottoressa radiata dall'Omceo di Venezia per le sue posizioni su vaccini anti-Covid e cure domiciliari per l'infezione da Sars-CoV-2.

"In due anni e mezzo la Meloni e Salvini non hanno mosso un dito contro le decisioni di Speranza. Avrebbero potuto approfondire e porsi delle domande, non lo hanno fatto e chi non ha fatto nulla è complice. La verginità non se la possono ricostruire in pochi giorni", aggiunge.

"Magari fuori dai riflettori avranno pure avuto le loro perplessità - rimarca Balanzoni - ma poi si sono uniformati alle scelte del Governo. Ora mi sembra tutto un misero tentativo di accaparrare qualche voto che non giustifica i due anni e mezzo. Stanno lisciando il pelo a una parte dell'elettorato, a chi ha subito discriminazioni per oltre due anni, ma è un tentativo a vuoto". Alla domanda per chi voterà il 25 settembre il movimento no-vax, la dottoressa Balanzoni risponde "certamente per nessuno dei partiti che siedono in Parlamento" e sulle liste che invece si candidano "non c'è tempo sufficiente per elaborare e maturare una scelta di voto consapevole". Ma su Italexit "Paragone ha fatto una scelta apprezzabile inserendo l'endocrinologo Giovanni Frajese, indicando così un possibile futuro ministro della Salute", conclude.