Baldwin "ha violato le norme di sicurezza". Ecco cosa rischia

·1 minuto per la lettura
(Photo by Mark Sagliocco/Getty Images for National Geographic)
(Photo by Mark Sagliocco/Getty Images for National Geographic)

"Carica o no, un'arma, anche se di scena, non si punta mai contro un altro essere umano". È con questa tesi che Bryan Carpenter, esperto di armi sui set, punta il dito contro l'attore Alec Baldwin, nell'occhio del ciclone dopo aver fatto inavvertitamente partire un colpo dalla pistola utilizzata per il film "Rust", uccidendo la direttrice della fotografia Halyna Hitchins e ferendo il regista Joel Souza.

Anche se Baldwin non sapeva che nell'arma erano presenti delle munizioni vere, l'attore "ha violato la regola numero uno sulla sicurezza" in quanto ha "ovviamente puntato la pistola contro un altro essere umano", sostiene Carpenter.

VIDEO - Il caso Baldwin: ecco cosa è successo

In cosa potrebbe incorrere Alec Baldwin

Ma che cosa rischia adesso Balwin? Secondo i media americani, è improbabile che venga accusato di omicidio colposo dal momento che non sapeva che la pistola fosse carica. 

Tuttavia, visto che è anche uno dei produttori della pellicola, e non solo attore, dal punto di vista civile rischia di incorrere in una serie di azioni legali se venisse accertata una negligenza nella sicurezza.

Inoltre, potrebbe essere incriminato penalmente nel caso in cui venisse accertato che ha maneggiato l'arma in modo pericoloso, come sostiene Carpenter.

VIDEO - Sparatoria sul set: come un'arma con proiettili veri è finita nelle mani di Baldwin?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli