Baleari, governo vieta happy hour per frenare turismo da sbornia

Bos

Milano, 17 gen. (askanews) - Le isole spagnole Baleari hanno approvato venerdì 17 gennaio una legge per frenare gli eccessi del turismo da sbornia che vieta l'happy hour e limita le vendite di alcolici in alcuni luoghi di villeggiatura. La legge pone fine a prodotti che erano regolari negli ultimi anni come escursioni etiliche, offerte 2x1, happy hour o open bar. Per interrompere queste pratiche, la pubblicità e le promozioni nei locali turistici sono vietate. È inoltre vietato vendere alcolici nei negozi commerciali di notte (dovranno chiudere tra le 21.30 e le 8.00). La regola è limitata alle aree più sature di Maiorca e Ibiza: Magaluf, El Arenal e West End di Sant Antoni. Lo riporta il sito online di El Pais.

Un altro dei comportamenti che il nuovo testo vuole perseguire è il "balconing", una pratica che ha portato alla morte di decine di turisti festaioli ubriachi nel corso degli anni e che consiste nello spostarsi da un balcone all'altro o nel saltare da un'altezza considerevole nelle piscine degli hotel. In questo caso, la regola è applicabile in tutta la comunità e obbliga gli hotel ad espellere le persone che fanno il "balconing".

Il governo cerca così di affrontare un problema crescente negli ultimi anni, quello del turismo basato sul consumo di alcol. Per questo proibisce bar gratuiti, happy hour e altre promozioni simili. Ci sono però delle eccezioni: matrimoni, battesimi, comunioni e convegni professionali che si svolgono in hotel e ristoranti.