Balneari: Mallegni, 'non si può distruggere un pezzo di economia nazionale'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 14 mag. (Adnkronos) – “Il Governo non può permettersi di distruggere, ancora una volta, un pezzo dell’economia nazionale. Il turismo balneare è stato il primo a caratterizzare un’offerta culturale italiana, che poi si è allargata alle città d’arte e che ha coinvolto tutto il Paese. Negare un futuro alle imprese balneari significa negare la nostra storia e la nostra cultura: distruggere le imprese, non garantire un indennizzo, non verificare la reale consistenza degli spazi liberi o occupati dalle concessioni demaniali vuol dire voler tappare gli occhi e regalare all’Europa nordista –quella dei portali online– che manda le improprie imprese a pescare in Italia, non pagare le tasse e distruggere l’economia. Su questo Forza Italia non indietreggerà un millimetro: è giusto rispettare le direttive europee– saremo i primi a farlo– ma nel rispetto della cultura e del patrimonio turistico italiano". Lo afferma Massimo Mallegni, responsabile nazionale Turismo di Forza Italia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli