Bambina di 6 anni senza soldi per la mensa: deve restituire il cibo

mensa scolastica

Nello stato dell’Indiana, una bambina di 6 anni non ha potuto mangiare il cibo della mensa perché non aveva abbastanza soldi. Anya Howar è stata umiliata davanti a tutti i suoi compagni da una maestra dell’istituto, che l’ha costretta a restituire il piatto con il cibo. Infatti la bimba non aveva 2 dollari, ovvero il prezzo previsto per il pasto.

Il commento della famiglia

Anya Howar aveva preso il vassoio e ci aveva posto un pasto della mensa della scuola come tutti gli altri bambini. Visto che la piccola non aveva abbastanza soldi per pagare il pranzo, una sua insegnante le ha subito ordinato di rimettere il suo vassoio dove l’aveva preso e di riconsegnare il cibo. La bambina. umiliata davanti a tutti i suoi compagni, non è rimasta senza pranzo. Al posto del pasto della mensa, ha dovuto mangiare un panino con il burro d’arachidi e una gelatina. Secondo quanto è stato riferito sul Mirror, è arrivata la denuncia alla scuola dell‘Indiana, negli Stati Uniti, da parte della famiglia. L’istituto è stato accusato di non aver comunicato che il fondo previsto proprio per la mensa si stava esaurendo. Infatti nessuno dei familiari ne era a conoscenza. “Hanno aspettato fino a che non è rimasto un centesimo, le hanno negato l’opportunità di mangiare il pranzo”, ha detto il nonno di Anya. I familiari si sarebbero resi disponibili a pagare, se avessero saputo che non erano rimasti soldi nel conto. Perciò sono rimasti sbigottiti dal comportamento del personale della scuola elementare, che però ha smentito l’accaduto, dicendo di aver agito nel rispetto dell’alunna.