Ritrovata in Danimarca la bambina rapita a Milano dal padre

bambina rapita a Milano

La bambina rapita a Milano, lo scorso 20 dicembre, dal padre si trova in Danimarca. La notizia arriva dagli agenti della squadra mobile di Milano che hanno rintracciato la piccola. L’operazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione con gli agenti dello Scip della Polizia. La piccola al momento si trova in una struttura della polizia danese. Gli investigatori sono riusciti a rintracciarla in seguito a una telefonata fatta dalla piccola alla madre, Mariana Veintimilla. Gli agenti hanno immediatamente localizzato la chiamata nella città di Aarhus in Danimarca.

Bambina rapita a Milano dal padre siriano

La bambina, rapita dal padre Maher Balle originario della Siria, era stata affidata alla mamma dopo la separazione dei genitori. Il padre è riuscito a prelevare la bimba di 11 anni dalla scuola, senza che il personale si opponesse, forse perché non adeguatamente informato. Rimane infatti da accertare se il personale scolastico fosse effettivamente a conoscenza della decisione del Tribunale dei minori di Milano di affidare la piccola alle cure esclusive della madre. Da capire anche perché nessuno si sia opposto alle richieste del genitore.

Ad aggravare la situazione anche il fatto che non fosse il primo rapimento della piccola da parte del padre. L’uomo infatti aveva già rapito la bimba nel 2016, con l’obiettivo di portare la ragazzina in Siria.

La madre, originaria dell’Ecuador, si era dovuta spingere fino a Beirut, in Libano, per cercare di riportare a casa la figlia. Grazie a un intervento delle forze di polizia a livello internazionale, la bimba era riuscita a tornare a casa solo il 28 novembre 2019. Pochi giorni dopo il rimpatrio, il padre Maher ha deciso di voler nuovamente mettere a rischio la vita della figlia con un secondo rapimento e un secondo tentativo di arrivare in Siria, anche questo fallito.