Bambine uccise a Verona: trovato nell'Adige il corpo della madre

·2 minuto per la lettura
(Photo by Giovanni Mereghetti/Education Images/Universal Images Group via Getty Images)
(Photo by Giovanni Mereghetti/Education Images/Universal Images Group via Getty Images)

E' stato trovato nell'Adige il corpo della mamma delle due bambine di 3 e 11 anni uccise a Verona, nella casa d'accoglienza di Porto San Pancrazio. L'autopsia sui due corpicini ha rivelato che entrambe sono state soffocate, probabilmente con un cuscino. Gli investigatori ipotizzano che, subito dopo il duplice delitto, la mamma delle due bimbe, la 34enne cingalese Sachithra Ninansala Fernando Dewendra Mahawaduge si è suicidata.

LEGGI ANCHE: Orrore a Verona, madre uccide le figlie in casa accoglienza

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Il caso Saman Abbas: le tappe della vicenda che ha sconvolto la comunità di Novellara

Prima di trovare il corpo, i sommozzatori avevano recuperato una scarpa e una felpa che galleggiava nel fiume. Per le ricerche si era mobilitata anche la comunità cingalese e lo stesso ex marito della donna, con appelli sui social. Da quanto si è appreso, il fascicolo per omicidio è ancora aperto a carico di ignoti. Intanto, si stanno ricostruendo le ultime ore della donna e delle bambine. 

LEGGI ANCHE: Verona, omicidio in una comunità: una donna ha ucciso le figlie di 11 e 3 anni

Martedì mattina la donna aveva avvertito un'assistente sociale che le figlie non sarebbero andate a scuola: "Per favore le bambine hanno la febbre", aveva detto, "datemi una medicina e poi lasciatele dormire. Oggi non le mando a scuola". Il sindaco di Verona, Federico Sboarina, ha spiegato: "La signora ha riferito che le due figlie erano indisposte e ha chiesto un farmaco antinfluenzale. Trascorso un po' di tempo l'operatrice è entrata in camere ed ha visto le bambine a letto che sembravano dormire, la luce accesa nel bagno. Per questo ha pensato che la madre si trovasse all'interno del bagno ed è uscita dalla stanza. Trascorsa una decina di minuti l'operatrice è tornata nella camera, è entrata in bagno e si è resa conto che non c'era nessuno. A quel punto è andata a controllare le due bimbe facendo la terribile scoperta. Erano già prive di vita. La finestra del bagno era aperta e quindi la madre sicuramente si è allontanata da lì".

LEGGI ANCHE: Verona, mamma uccide le due figlie in una casa famiglia: ricercata

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Omicidio Chiara Gualzetti, il video racconto del delitto

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli