Bambini non vaccinati, in Lombardia 17mila casi sotto i sei anni

bambini-non-vaccinati-lombardia

È allerta in Lombardia per il numero di bambini non vaccinati al di sotto dei sei anni, che secondo gli ultimi dati raccolti dall’Ansa arriverebbe a circa 17mila casi. Cifre in proporzione non dissimili da quelle di altre regioni del Nord Italia come i 7mila non vaccinati del Veneto e i 3mila del Friuli-Venezia Giulia. Tra i rischi maggiori per questi bambini c’è soprattutto quello di non venire ammessi al nido o alla scuola materna, proprio perché privi del vaccino e quindi più vulnerabili alle malattie.

Bambini non vaccinati, 17mila in Lombardia

Andando nello specifico dell’indagine effettuata dall’Ansa emerge come in Lombardia i casi di bambini sotto i sei anni che non hanno fatto il vaccino esavalente ammontano a 15.475, mentre le mancate somministrazioni del vaccino trivalente sono ben 17.237. Numerosi i casi anche nel Veneto, dove i bambini a cui verrà impedito l’accesso agli istituti scolastici saranno 6.783. Per la precisione 3.113 in età da asilo nido e 3.670 dai tre ai sei anni che non potranno andare alla scuola materna.

In controtendenza invece il Piemonte, dove il numero dei bambini non in regola con i vaccini è sceso rispetto a giugno del 2018, quando erano circa 8mila. Al momento, l’immunizzazione dei nuovi nati per il vaccino esavalente supera il 95%.

La legge Lorenzin

L’attuale divieto di accesso agli asili nido e alle scuole materne da parte dei bambini non in regola con i vaccini è stato stabilito dalla legge Lorenzin del 2017. La legge venne emanata per contrastare il progressivo calo delle vaccinazioni, prescrivendo l’obbligo di effettuare dieci vaccini ai bambini e ai ragazzi sotto i dieci anni di età. I vaccini in questione sono quelli anti-polio, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite e anti-varicella.