Bambini in vacanza con i nonni: è giusto?

Bambini in vacanza con i nonni

Mandare i propri bambini in una vacanza con i nonni può essere una decisione difficile e combattuta o è l’unica opzione per genitori troppo impegnati, ma che vogliono regalare ai piccoli di casa dei giorni di vacanza. Che sia giusto o meno, quasi automatico è il senso di colpa e la paura che i propri bambini possano sentirsi trascurati.
Ma effettivamente, tralasciando quelle che possono essere le preoccupazioni di un genitore, bisogna capire effettivamente quanto possa giovare, o meno, vivere solo con i nonni per un periodo di tempo che può essere anche quello di una sola vacanza.

Le preoccupazioni dei genitori

Si sa: ai nonni piace viziare i propri nipotini. Ma alla fine delle vacanze trascorse con loro, i nipotini tornano a casa fin troppo viziati? Sicuramente questa è una delle preoccupazioni che più tormentano i genitori intenti a fare questa scelta. Bisogna tuttavia considerare che i figli riconoscono il ruolo differente di genitore e di nonno. Sin da piccoli, i bambini hanno ben chiare le figure e gli affetti familiari che gli vengono proposti. Quindi se è possibile che vengano viziati anche troppo dai nonni, è altrettanto plausibile che nostri figli non si aspetteranno lo stesso tipo di attenzioni dai propri genitori.

Oltre al comportamento che i nonni terranno con i nipoti, a preoccupare i genitori potrebbe essere la propria reazione al distacco. Magari è la prima volta, per una mamma o per un papà, che ci si ritrova a dover stare per più di qualche giorno senza il proprio figlio o figlia e non si sa come si potrebbe reagire. I più apprensivi potrebbero passare ogni ora della vacanza attaccati al telefono cercando disperatamente di reperire notizie sul proprio bambino. Ma, cari genitori, è necessario ricordarsi una cosa: anche i nonni sono genitori!

Potrà sembrare un’ovvietà, ma molti si dimenticano che tutte le preoccupazioni che un genitore vive nel lasciare il proprio figlio, i nonni le hanno già vissute. Anche se sicuramente questo non vi fermerà dal ripetere ai vostri genitori o ai vostri suoceri le classiche raccomandazioni del tipo “Non dargli troppi dolci!” sappiate che loro le conoscono già e hanno molta esperienza con i bambini.

Bambini in vacanza con i nonni: i vantaggi

Lasciare che i piccoli di casa passino un po’ di giorni con i nonni potrà rivelarsi una bene per loro, ma anche per voi. Se quindi da un lato darete ai vostri figli l’occasione di creare e rafforzare un bellissimo rapporto con i loro nonni, permetterete, dall’altro, a voi stessi, di migliorare il vostro rapporto con i bambini. Infatti, soprattutto quando sono molti piccoli, si tende ad essere molto protettivi con i piccoli, a volte anche eccessivamente. Questo non porta di certo allo sviluppo di un rapporto tra genitori e figli che sia sano e non permette neanche al piccolo di costruire man mano una piccola indipendenza rispetto ai genitori.

È importante insegnare ai propri figli ad adattarsi a diverse situazioni e a guidarli nella costruzione di rapporti con altre persone diverse dai proprio genitori. Per quanto possa renderci un po’ orgogliosi che nostro figlio voglia stare sempre e solo con noi, non è tuttavia un bene per lui perché potrà essere difficile, in futuro, doversi distaccare dai genitori.

Quindi perché non prendere una vacanza con i nonni come un’esperienza educativa per i piccoli, ma anche per i genitori? Dare un po’ di fiducia ai nonni potrà rivelarsi una vera mossa vincente per il benessere di tutta la famiglia. Anche il rapporto tra i genitori stessi potrebbe giovarne. Questi, rimasti da soli, potranno recuperare un po’ di tempo per la coppia e prendersi una pausa della frenesia quotidiana.