Bambino di dieci anni ucciso con una coltellata alla gola nel viterbese

·1 minuto per la lettura
Padua, Italy - December 25, 2019. Italian Carabinieri car parked in the street, during security activity. Italian Carabinieri has Seat Leon  as patrol car for public aid and security activity. Night shot. (Photo: abile via Getty Images)
Padua, Italy - December 25, 2019. Italian Carabinieri car parked in the street, during security activity. Italian Carabinieri has Seat Leon as patrol car for public aid and security activity. Night shot. (Photo: abile via Getty Images)

Un bambino di dieci anni è stato ucciso con una coltellata alla gola mentre era dentro casa, a Vetralla, vicino Viterbo. Quando sono arrivati i carabinieri, c’era anche il padre, trovato in stato di incoscienza. L’uomo, un 44enne polacco, aveva un divieto di avvicinamento all’abitazione.

La dinamica dell’accaduto è da chiarire hanno detto i carabinieri. L’allarme sarebbe scattato per una fuga di gas dall’appartamento. “Si indaga per omicidio”, ha confermato il colonnello Andrea Antonazzo, comandante provinciale dei carabinieri di Viterbo.

Da una prima ricostruzione, sembra che la madre del bambino non fosse presente quando è stato colpito alla gola con una coltellata. Il padre si sarebbe allontanato da un ospedale di Roma, dove fino a stamattina era ricoverato per Covid.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli