Bancarotta, arrestato l'ex presidente della Reggina Luca Gallo

guardia di finanza
guardia di finanza

L’ex presdiente della Reggina, Luca Gallo, è stato arrestato per bancarotta. Il Gip ha disposto per lui gli arresti domiciliari e il sequestro preventivo di beni per circa 1.590.000 di euro, oltre al divieto di esercitare l’attività imprenditoriale per un anno.

Calabria, arrestato l’ex presidente della Reggina per bancarotta

Luca Gallo, rappresentante legale e amministratore delegato di ‘M & G Coop. Multiservizi Italia soc. coop. in liquidazione’ e ‘M&G Coop. Multiservizi soc.coop. in liquidazione’ è stato arrestato. La Guardia di finanza di Catania, infatti, ha eseguito un’ordinanza agli arresti domiciliari per bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale. Questo severo provvedimento era stato richiesto dalla Procura di Catania nell’ambito di indagini del nucleo Pef della Guardia di finanza sulle due società che erano operative nel settore servizi di sostegno alle imprese e della somministrazione di lavoro interinale alle imprese e dichiarate fallite all’inizio dello scorso anno.

Le indagini e gli altri indagati

Ma Gallo non è l’unico indagato nell’ambito di queste indagini, altre tre persone sono infatti state indagate, pur in libertà. L’imprenditore, secondo l’accusa avrebbe: “Effettuato la sottrazione e la distruzione delle scritture contabili, in modo da non rendere possibile la ricostruzione del patrimonio e degli affari e distratto del complesso aziendale della ‘M&G Coop. Multiservizi’ in suo favore per circa 1.590.000 euro.”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli