Bancarotta e autoriciclaggio, 9 misure cautelari a Napoli

Nove misure cautelari sono state emesse dalla Procura di Napoli ed eseguite dalla Guardia di Finanza del capoluogo partenopeo. L'accusa è di associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta, autoriciclaggio e contrabbando di prodotti alcolici. E poi emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, omessa dichiarazione dei redditi, oltre a evasione di accisa e trasferimento fraudolento di valori. Sequestrati beni per circa 1,7 milioni di euro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli