Banche, Ruocco: equo compenso non per consulenti commmissione

Adm

Roma, 27 feb. (askanews) - La norma sull'equo compenso non si applica ai consulenti della commissione Banche. Lo chiarisce la presidente dell'organismo Carla Ruocco, replicando alla deputata Pd Chiara Gribaudo.

"Oggi la collega Gribaudo(Pd) mi ha scritto chiedendomi chiarimenti in merito alla possibilità che i consulenti della commissione non vengano pagati, ma ricevano 'solo' un rimborso spese ed eventualmente un indennizzo. La collega ha citato in particolare la norma sull'equo compenso".

"Vorrei subito chiarire alcuni punti e vorrei farlo pubblicamente per spiegare tutto nella maniera più chiara possibile: la norma citata dalla deputata Gribaudo si riferisce alle prestazioni professionali di avvocati e di prestatori di lavoro autonomo non imprenditoriale in favore di imprese bancarie e assicurative, e di imprese diverse dalle microimprese o delle piccole o medie imprese; e nel caso della pubblica amministrazione, quest'ultima deve garantire il principio dell'equo compenso in relazione a prestazioni rese dai professionisti in esecuzione di incarichi".

"Devo dunque ricordare che la Commissione d'inchiesta sul sistema bancario e finanziario è un ente costituzionale e non di certo un'impresa, né tantomeno una pubblica amministrazione. Dunque la norma sull'equo compenso non c'entra assolutamente niente con le collaborazioni in questione".(Segue)