Bandiere blu 2022, la lista completa

bandiere blu 2022
bandiere blu 2022

È tempo di estate e così c’è chi sta già organizzando le proprie vacanze tra le bellezze italiane. Quali sono le bandiere blu del 2022?

Bandiere blu 2022, la lista del Nord Italia

Si comincia in Piemonte con Cannobio e Cannero Riviera, in provincia di Verbano-Cusio-Ossola, e Gozzano, nel Novarese. Si aggiudica la bandiera blu anche la Lombardia, con Gardone Riviera, comune in provincia di Brescia. In Trentino hanno ottenuto lo stesso riconoscimento numerosi comuni, in particolare: Bedollo, Baselga di Pine’, Pergine Valsugana, Tenna, Calceranica al Lago, Caldonazzo, Lavarone, Levico Terme, Sella Giudicarie, Bondone.

La Liguria rinnova il suo successo. La bandiera blu ha coinvolto diversi comuni, in particolare: Camogli, Santa Margherita Ligure, Chiavari, Lavagna, Sestri Levante, Moneglia, in provincia di Genova; Framura, Bonassola, Levanto, Lerici, Ameglia, in provincia di La Spezia, Bordighera, Sanremo, Taggia, Riva Ligure, Santo Stefano al Mare, San Lorenzo al Mare, Imperia, Diano Marina, in provincia di Imperia. Infine, in provincia di Savona: Ceriale, Borghetto Santo Spirito, Loano, Pietra Ligure, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Bergeggi, Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazze hanno ottenuto il tanto ambito riconoscimento.

Bandiera blu 2022 anche in Friuli Venezia Giulia, a Grado (Gorizia) e Lignano Sabbiadoro (Udine). In Veneto il riconoscimento coinvolge: San Michele al Tagliamento, Caorle, Eraclea, Jesolo, Cavallino Treporti, Venezia, Chioggia, nel Veneziano, e Rosolina, Porto Tolle, in provincia di Rovigo.

L’amata riviera romagnola fa pieno di successi. In Emilia Romagna, infatti, sono bandiera blu: Comacchio (Ferrara); Ravenna, Cervia (Ravenna); Bellaria Igea Marina, Riccione, Misano Adriatico, Cattolica (Rimini); Cesenatico e San Mauro Pascoli (Forlì-Cesena).

Bandiere blu 2022, la lista del Centro Italia

Non solo la Liguria: anche la vicina Toscana conferma il suo successo. Bandiera blu per Massa e Carrara, per Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Viareggio (Lucca), per Pisa, per Livorno, Rosignano Marittimo, Cecina, Bibbona, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Piombino, Marciana Marina. Infine, stesso riconoscimento per Follonica, Castiglione della Pescaia, Grosseto.

Nelle Marche bandiera blu per Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Mondolfo (Pesaro-Urbino); Senigallia, Ancona, Sirolo, Numana (Ancona); Porto Recanati, Potenza Picena, Civitanova Marche (Macerata); Fermo, Altidona, Pedaso (Fermo); Cupra Marittima, Grottammare e San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno).

In Abruzzo sono stati riconosciuti bandiera blu i comuni di Martinsicuro, Alba Adriatica,Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi (Teramo); Pescara; Francavilla al Mare, Fossacesia,Vasto, San Salvo (Chieti); Villalago e Scanno (L’Aquila). Un solo comune in Molise: Campomarino, che si trova in provincia di Campobasso.

Nel Lazio, invece, bandiera blu per Trevignano Romano, Anzio (Roma) e Latina, Sabaudia, San Felice Circeo, Terracina, Fondi, Sperlonga, Gaeta, Minturno (Latina).

Bandiere blu 2022, la lista del Sud Italia

Con le sue acque cristalline e i suoi colori sempre suggestivi, in Campania si aggiudicano bandiera blu: Vico Equense, Piano di Sorrento, Sorrento, Massa Lubrense, Anacapri (Napoli); Positano, Capaccio, Agropoli, Castellabate, Montecorice, Pollica, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola, Camerota, Ispani e Vibonati (Salerno).

Il riconoscimento ha coinvolto anche alcuni territori della Basilicata: Maratea (Potenza), Bernalda, Pisticci, Policoro e Nova Siri (Matera).

La Puglia resta una delle Regioni più amate dai turisti. Si aggiudicano bandiera blu: Rodi Garganico, Peschici, Zapponeta (Foggia); Margherita di Savoia, Bisceglie (Barletta-Andria-Trani); Polignano a Mare, Monopoli (famosissime località della provincia di Bari); Fasano, Ostuni, Carovigno (Brindisi); Castellaneta, Maruggio, Ginosa (Taranto); Melendugno, Castro, Salve, Ugento e Nardò (Lecce).

Natura selvaggia e incontamianta si unise ad acque incantevoli: molti i comuni della Calabria che hanno ottenuto il riconoscimento. In particolare: Ciro’ Marina, Melissa, Isola di Capo Rizzuto (Crotone); Tortora, Praia a Mare, San Nicola Arcella, Santa Maria del Cedro, Diamante, Roseto Capo Spulico, Trebisacce, Villapiana (Cosenza); Sellia Marina, Soverato (Catanzaro); Tropea (Vibo Valentia); Caulonia, Roccella Jonica e Siderno (Reggio Calabria).

Bandiere blu 2022, la lista nelle Isole

Naturalmente, le bandiere blu non potevano mancare nelle due Isole maggiori. In Sicilia: Alì Terme, Roccalumera, Furci Siculo, Santa Teresa di Riva, Lipari e Tusa, in provincia di Messina, Menfi, in provincia di Agrigento, fino a Modica, Ispica, Pozzallo e Ragusa.

In Sardegna, riconoscimento ottenuto da: Badesi, Castelsardo, Sorso, Sassari, Santa Teresa Gallura, Aglientu, Trinità d’Agultu e Vignola, La Maddalena, Palau, Budoni (Sassari); Oristano; Tortolì, Bari Sardo (Nuoro); Quartu Sant’Elena (Cagliari), fino a Sant’Antioco, nel Sud della Sardegna.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli