Bangladesh, 3.500 rifugiati Rohinga pronti a tornare in Myanmar

Sam

Roma, 19 ago. (askanews) - Circa 3.500 rifugiati rohingya in Bangladesh sono stati dichiarati liberi di tornare a casa in Myanmar a partire da questa settimana. Lo ha detto un alto funzionario bengalese, quasi due anni dopo che una repressione militare in Myanmar ne provocasse l'esodo. Lo scrive l'agenzia Afp.

Circa 740.000 Rohingya sono fuggiti in Bangladesh nell'agosto 2017 a causa di un'offensiva militare in Myanmar - unendosi ai 200mila già lì - ma praticamente nessuno si è offerto volontario di tornare in patria nonostante i due paesi avessero firmato un accordo di rimpatrio.

Il commissario per i rifugiati del Bangladesh Mohammad Abul Kalam, tuttavia, ha dichiarato di essere "ottimista" riguardo a un nuovo processo di rimpatrio che dovrebbe iniziare giovedì.

Un precedente tentativo nel novembre 2018 di reimpatriare 2.260 Rohingya è fallito dopo che questi si sono rifiutati di lasciare il campo profughi senza garanzie per la loro sicurezza.(Segue)