Bangladesh, primo funerale religioso per una prostituta -3-

Ihr

Roma, 12 feb. (askanews) - "Era una scena senza precedenti", ha aggiunto Rahman. "La gente ha aspettato fino a tarda notte per unirsi alle preghiere. Gli occhi delle prostitute si sono riempiti di lacrime", ha raccontato.

Tra le persone presenti davanti alla tomba di Begum c'erano il figlio, Mukul Seikh, e la figlia 35enne Laxmi, anche lei una prostituta del bordello di Daulatdia.

"Non avrei mai immaginato che avrebbe avuto un addio così onorevole. Mia madre è stata trattata come un essere umano", ha detto Laxmi. "Spero che d'ora in poi ogni donna che lavora qui, incluso me, ottenga una Janaza proprio come faceva mia madre". Jhumur Begum, la leader della coalizione locale di prostitute che ha fatto una campagna per il funerale di Begum, ha ricordato l'indignità con cui le donne venivano solitamente sepolte.

"Se avessimo voluto seppellire i morti la mattina, gli abitanti del villaggio ci avrebbero inseguito con bastoncini di bambù", ha detto all'Afp. (Segue)