Bangladesh, i rifugiati Rohingya trasferiti nell'isola deserta di Bhasan Char

È iniziato il trasferimento dei rifugiati Rohingya dal Bangladesh verso l'isola deserta di Bhasan Char, nel golfo del Bengala. Della comunità Rohingya fanno parte milioni di musulmani fuggiti dal Myanmar in seguito alla repressione messa in atto dai militari birmani soprattutto a partire dal 2017. Secondo Reuters, 730mila di loro si sono rifugiati in Bangladesh negli ultimi anni. Molti vivono oggi nei campi profughi e, comunque, senza alcun sostegno dal governo locale.

Mohammed Shamsud Douza, vice funzionario governativo responsabile dei profughi, aveva detto a Reuters a dicembre 2020 che il trasferimento a Bhasan Char sarebbe servito ad alleggerire il sovraffollamento dei campi, ma molte associazioni umanitarie hanno già espresso preoccupazione sia rispetto ai diritti umani dei rifugiati, sia rispetto alle condizioni dell'isola, che misura unicamente 40 km quadrati, è emersa dal mare solo nel 2006, non è mai stata abitata ed è soggetta a inondazioni frequenti. L'Onu l'ha più volte definita un'isola "pericolosa".

VIDEO - La disperazione dei Rohingya, trasferiti su un'isola pericolosa