Bank of America: in Italia crescita modesta e rischi da politica

Nonostante in Italia ci sia un "nuovo quadro" rispetto alla fine del 2018 le questioni in sospeso sono sempre le stesse: "crescita modesta, vulnerabilita' fiscale e rischi di colpi di scena politici". Lo sottolinea la Bank of America in un report sul nostro Paese dal titolo 'Italy: everything must change for things to remain the same'.
"La crescita - si legge - dovrebbe essere modesta e al di sotto del potenziale per questo e per il prossimo anno, rispettivamente allo 0,2% e 0,3% sull'anno. Per il 2021 si stima un Pil a +0,5% su base annua". "Come per il resto dell'area euro, questo outlook resta molto legato ad alcuni fattori chiave: nessuna escalation della guerra commerciale, nessuna complicazione della Brexit, stabilizzazione della Cina, nessuna ricaduta intersettoriale". Per la Bofa "la principale fonte di rischio interno rimane la politica italiana". La Bank of america infatti "non esclude" una "prematura scomparsa dell'attuale governo: e se l'esecutivo dovesse cadere con l'innesco di elezioni anticipate, i principali rischi sarebbero un'accresciuta incertezza e un nuovo confronto con l'Europa".