Bankitalia: Perantoni (M5S), 'tutelare whistleblower'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 16 dic. (Adnkronos) – "Il funzionario di via Nazionale che ha denunciato a Report su Rai Tre la truffa dei diamanti va assolutamente tutelato: c'è una legge che vale anche per Bankitalia e va applicata". Lo afferma il presidente della commissione Giustizia della Camera Mario Perantoni, deputato M5S, in merito alla vicenda del whistleblower Carlo Bertini, funzionario della vigilanza di Bankitalia, che ha ritenuto di difendere l'onorabilità dell'istituto denunciando lo scandalo della vendita di diamanti a prezzi gonfiati ai clienti di Mps.

Perantoni spiega che "il Movimento 5 Stelle ottenne la scorsa legislatura la 'legge Businarolo' che per la prima volta ha introdotto in Italia le tutele per i segnalatori di illeciti, una legge importante per il contrasto alla corruzione. A suo tempo l'istituto di via Nazionale fu tra i sostenitori della norma che ovviamente si applica in tutte le sedi pubbliche: dunque attendiamo con interesse la decisione della commissione di disciplina, insieme a tutta la Federazione autonoma lavoratori di Banca Italia, il sindacato interno, che si è schierata a difesa di Bertini annunciato per domani uno sciopero. La vicenda conferma che occorre rafforzare questo strumento normativo e l'occasione è il recepimento della Direttiva europea sul whistleblowing, sulla quale il governo deve ancora provvedere con l'emanazione dello schema di decreto legislativo. Sono convinto che dopo questo caso di grande rilevanza si darà impulso all'iter per valorizzare adeguatamente questa condotta di grande coraggio e responsabilità e che in Italia deve essere salvaguardata con decisione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli